Carlo Pignatelli veste la Signora

La maison Bianconera torna al suo primo amore e firma le divise ufficiali della squadra per la stagione 2011-2012

juventus_pignatelli_2011
  • Facebook
  • Twitter
  • Email
  • RSS
  • Print

Missoni ha fatto scuola per le righe e come podista. Dolce & Gabbana hanno vestito gli Azzurri della Nazionale e i boxeurs della Thunder. Oggi, è Carlo Pignatelli a fare notizia, e per la Juventus.

Ecco dunque un altro sarto del made in Italy trasformarsi da tifoso ad autore delle divise ufficiali della propria squadra del cuore.

Dopo 15 anni, la maison Pignatelli torna a sperimentare il fortunato mix moda-sport mettendo a punto le nuove divise ufficiali dei Bianconeri per la stagione 2011 -2012.

Un grande ritorno, dunque, come spiega una nota stampa: “Quella tra la squadra oggi guidata da Antonio Conte e l’eleganza di Carlo Pignatelli è ormai una partnership di lungo corso, segnata da grandi successi: dal 1995 al 1998, dal 2000 al 2002 e dal 2003 al 2006 la squadra ha festeggiato la vittoria di una Coppa Intercontinentale, una Champions League, una Supercoppa Europea, cinque scudetti e due Supercoppe sfoggiando gli abiti firmati dalla maison torinese”.

Come sarà la nuova divisa Carlo Pignatelli per la Juventus? Prima di tutto: elegante.

I “ragazzi” juventini indosseranno abito, cappotto e impermeabile in un sofisticato midnight blue ispirato ai completi dei college inglesi dalla impeccabile portamento e dalla spiccata devozione.

I pantaloni sono affusolati con risvolto very British, così come la giacca revers stretti inglesizzanti.

Ma con DNA sempre made in Italy: alta sartorialità e dettagli curatissimi regalano alla Signora una giacca rifinita con asole vere e impunture amf; una cravatta impreziosita dal logo jacquard; un cappotto fornito da gilet antifreddo all’interno con trench monopetto impermeabile.

Ai piedi? Per una volta nessuno scarpino: per i Bianconeri, Carlo Pignatelli ha messo a punto una scarpa Derby in vitello, con suola isolante gommata.

Paola Perfetti

ANNUNCI GOOGLE